Camminare - scoprire - conoscere

Camminare - scoprire - conoscere

L' Alto Adige - e specialmente la zona intorno a Merano - è ben noto e popolare per i vari possibilitádi fare giri turistici e d'escursioni.
Potete scegliere per esempio: andare con la funivia a San Vigilio - montagna vicino al hotel Kröllnerhof - o prendere il bus alla val' d' Ultimo, senza adoperare la macchina. 
Se andate in vostra automobile, vi aspettano giri d'escursione quasi inesauribili; per esempio: alle dolomite meravigliose - tutto da scoprire.
Un’escursione a Monte San Vigilio è l’ideale per partire alla scoperta del lato più soleggiato delle Alpi altoatesine, iniziando con una corsa panoramica in funivia, per raggiungere la “nostra” montagna su cui le auto non possono circolare. Dalla stazione a monte, a 1.486 m d’altitudine, partono lunghi sentieri escursionistici, che salgono lentamente attraverso profumati boschi di larici.

Più informazioni »

Monte San Vigilio

La prima passeggiata per turisti costruita a Lana nel 1888/89 dall'albergatore Stauder Alois (Gasthof Teiss). Dal centro del paese di Lana in pochi minuti dii cammino vi troverete improvvisamente circondati da un Panorama "selvaggio" e naturale fatto di boschi, torrenti, piccole cascate e pareti rocciose.

Dal ponte Valsura a Lana di Sopra, la passeggiata si estende lungo entrambi gli argini del fiume in direzione Val d'Ultimo. La prima parte della passeggiata è pianeggiante e asfaltata, con giardini curati e panchine fino a giungere ad un grande spiazzo (pista di pattinaggio in inverno), dove le due passeggiate lungo gli argini del fiume si uniscono. Il percorso prosegue attraversando una galleria rocciosa.

Il panorama cambia radicalmente, lasciamo il sentiero asfaltato per un percorso sterrato, le pareti rocciose della gola si stringono e sui lati delle pareti i rigagnoli si trasformano in cascate. Ponticelli di legno e unp ponte sospeso ci permettono di inoltrarci nel bosco della gola. Alla fine del percorso, lo stretto passaggio sarà bloccato (per ragioni di sicurezza) da un cancello di ferro.

Passeggiata Gola

Il sentiero delle fede è un'offerta spirituale, con sei stazioni di meditazione sui valori e i temi della vita, è portatore di un messaggio universale e invita a scoprire e approfondire la fede. Percorriamo le strade della nostra vita cercando e credendo. Che questo sentiero possa sostenere questo cammino di ricerca e di fede. P. Peter Unterhofer

Dal ristorante seggiovia imboccare il sentiero nr. 4 verso la chiesetta di San Vigilio. Ad un certo punto attraversare la pista di sci, avanzare a valle della chiesa e proseguire poi sul sentiero nr. 9 verso il "Bischofskofel". Imboccare poi il sentiero nr. 9 che conduce al ristorante Seespitz. Da qui prendere il sentiero nr. 7 attorno al lago e proseguire sul sentiero nr. 8 per rientrare al punto di partenza, il ristorante Seggiovia. L'itinerario è segnato anche con le indicazioni "Glaubensweg".

Durata 1,50h


"Glaubensweg" sul Monte San Vigilio

Il percorso inizia come la passeggiata "Waalweg" di Marlengo, seguire le medesime indicazioni fino all'imbocco dalla via Raffein. Il percorso Aichberg inizia a questo incrocio.

Il primo pezzo del percorso è ripido e su strada asfaltata. A ca. 400 m di altezza il sentiero conduce lungo uno sterrato che attraversa frutteti e castagneti, in direzione Pavicolo. Al maso Ausserhof il sentiero scende a valle, passando davanti alla cappella di San Magno a Gagers e al Castello Braunsberg per giungere quindi a Termine non lontano da Ponte Valsura a Lana.

Durata ca.2h

Lana percorso didattico culturale e naturalistico Aichberg

Punto di partenza dell'escursione è la stazione a monte della seggiovia sul Monte San Vigilio a 1.800 m. Da qui si scende verso l'albergo Jocher fino ad arrivare alla chiesetta di San Vigilio. Sotto la chiesetta, presso l'incrocio si prende la via per la malga dell'Orso.

Presso la malga si imbocca il sentiero n 2, dopo il sentiero n 9 che in lieve salita porta fino alla malga di Naturno a 1.910 m. Si ritorna sullo stesso itinerario dell'andata. Variante 2: Il ritorno avviene attraverso i sentieri n 30 e n 9 fino al ristoro Jocher, poi attraverso il sentiero n 34 che, sempre in discesa, conduce alla stazione di monte della funivia di San Vigilio.

Durata: 3,22h

Monte San Vigilio - malga bagno dell'orso - malga di Naturno

Breve escursione circolare che da Vilpiano conduce ai masi sulle pendici occidentali del Monzoccolo / Tschöggelberg. Ideale nel primo pomeriggio delle belle giornate d’autunno, quando il sole è più tiepido.


La nostra escursione tardoautunnale ha inizio a nord di Vilpiano, presso la stazione a valle della funivia per Meltina (parcheggio e fermata d’autobus). Attraversiamo l’abitato, passando davanti alla chiesa, superiamo un ponte sul Rio Meltina e imbocchiamo il sentiero n° 18 verso Planatsch, sulla sinistra della strada principale. Il sentiero sale subito ripidamente, superando in breve 200 metri di dislivello e portandoci a Planatsch, soleggiato villaggio rurale immerso tra frutteti e vigneti a 500 m di quota.

Proseguiamo ora verso i masi di Schol su una strada asfaltata, attraversando la gola del Rio Meltina su un ponte sospeso sopra la cascata di Vilpiano. Raggiunti i masi di Schol, imbocchiamo il sentiero n° 1 che ci riporterà alla stazione della funivia; la discesa verso Vilpiano richiede un minimo di attenzione per via dello scivoloso fogliame autunnale sul sentiero. La breve ma suggestiva escursione autunnale richiede circa due ore di cammino.

Autore: AT

Punto di partenza: stazione a valle della funivia Vilpiano- Meltina
Itinerario: Vilpiano – Planatsch – Masi di Schol / Scholhöfe - Vilpiano
Difficoltà: E
Dislivello: 290 m
Altitudine: tra 250 e 560 m s.l.m.
Lunghezza: ca. 5 km
Tempo di percorrenza: ca. 2 ore per il giro completo

Foto: AT, © Peer

Il giro di Planatsch

Dal sentiero della roggia di Brandis i sentieri n. 1 e n. 1A, rispettivamente provenienti da Lana di Sotto (sopra il museo della frutticoltura) e da Lana di Sopra (sopra la chiesetta di S. Margherita) si dirigono verso la frazione di Foiana, congiungendosi presto tra loro. Dopo aver imboccato la via Brünnler il percorso si snoda attraverso boschi di latifoglie e frutteti, passando davanti ai masi Aichholz e Mair am Gatter. Dal centro dell'abitato di Foiana si percorre via Bagni (imbocco del sentiero dietro il museo degli Usi e Costumi) e ci si inoltra nel bosco su un sentiero ombreggiato (segnavia n. 10) che conduce al ristorante Bagni di Foiana.

Il percorso scende quindi a raggiungere prima il maso Witmer e il maso Obermayr, dove si imbocca il sentiero n. 8 che si estende fino ai piedi della collina di S. Ippolito da cui si gode una splendida visuale sul laghetto di Narano. Gli ultimi metri che ci separano dalla chiesetta romanica sono un po' più impegnativi, giacchè il sentiero si fa piuttosto ripido e accidentato, ma la fatica della breve salita alla chiesetta è ripagata dall'eccezionale punto panoramico. Ritorno a Foiana paese, seguendo il sentiero n. 8 e passando dinnanzi al ristoro Talmühle. L'autobus di lina n. 214 collega Foiana a Lana circa ogni ora.

Durata: 4,50 h

Lana-Foiana-S. Hippolyt

Offerte per la Sua vacanza